3

Cultura informatica: avere un hard disk online

Vi è mai capitato di avere la necessità  di volere avere lo stesso file aggiornato sia sul computer dell’ufficio e quello di casa?
A me capita spesso di dover aggiornare giornalmente il file del report giornaliero e volerne avere una copia sul computer di casa.
Anzi spesso mi è comodo avere SINCRONIZZATA una cartella sul computer di casa con una cartella del computer dell’ufficio.
Invece di utilizzare scomode email o hard disk esterni utilizzo DROPBOX.

Dropbox è un software multipiattaforma (disponibile per Windows, MAC OS X, Linux, iPhone, iPad e Android) cloud based che offre un servizio di file hosting e sincronizzazione automatica di file tramite Web.

La forza di questa applicazione è come si rende conto delle differenze dei file sui vari computer.

L’uso di dropbox è semplice ed elementare: basta trascinare un file nella cartella “my dropbox” e questo viene immediatamente preso in considerazione dall’applicazione, copiandolo online. Variazioni dello stesso file verranno trattate trasferendo solo le differenze (il cosiddetto “delta”, un po’ come nel meccanismo descritto nella recensione di patchonclick, QUI) e dalle cancellazioni sarà  possibile “tornare indietro” online, fornendo quindi un secondo “cestino” remoto. La cancellazione esplicita (con la funzione “purge”) è comunque possibile.

Un altro computer (ad esempio da più sedi di un posto di lavoro, oppure tra il pc di casa e il pc del lavoro, oppure tra un pc Windows del lavoro e un altro pc OS X a casa…) con Dropbox attivato, vedrà  presto (o immediatamente, in caso di file non grandissimi) apparire le novità , le variazioni e le cancellazioni nella propria cartella sincronizzata. Più computer possono essere contemporaneamente collegati con lo stesso account.

Dropbox si basa sul protocollo crittografico SSL, ed i file immagazzinati, accessibili tramite password, vengono criptati tramite AES.
La versione gratuita del programma permette l’hosting fino a 2 GB estendibili fino a 10 GB in totale (si guadagnano 250 MB per ogni nuova persona invitata che si registri al sito e installi il software sul proprio computer); versioni a pagamento permettono di aumentare lo spazio fino a 50 GB e 100 GB e di guadagnarne altro invitando nuove persone ad utilizzare il servizio.
Il servizio può essere usato via Web, caricando e visualizzando i file tramite il browser, oppure tramite il driver locale che sincronizza automaticamente una cartella locale del file system con quella condivisa, notificando le sue attività  all’utente.
Nel novembre 2009 Dropbox ha raggiunto la cifra di 3 milioni di utenti.

Volete utilizzarlo? accedete come miei amici. Il link è quello che trovate anche sulla destra

(Visited 14 times, 1 visits today)

1 Comment Posted

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


5