3

26112013: Pubblicità  geniali Peugeot e le Wacky races

131126_wacky_races-carsSon sobbalzato dalla sedia vedendo questa pubblicità : I wacky racers veri

Spiegazione
Son rimasto sbalordito, hanno ripreso completamente tutti i personaggi di wacky races:


Proprio tutti i personaggi:
Vetture e personaggi[modifica | modifica sorgente]
I fratelli Slag (slag = ghiaietto). La vettura 1 darebbe già  da sola la misura del grottesco sottostante ai Wacky Races. àˆ la Macigno-Mobile, una macchina di pietra pilotata da due rozzi cavernicoli: Rock e Gravel, gemelli coperti di lunghi capelli e armati di una clava che usano talvolta per bastonarsi a vicenda, talaltra per “ricostruire” il mezzo andato in frantumi in qualche incidente. I due cavernicoli ricordano molto un altro personaggio famoso di Hanna & Barbera ossia Capitan Cavey (Captain Caveman).
Il Diabolico Coupà©. Non meno singolare appare la vettura 2. Se l’aspetto dei fratelli Slag può ricordare il cugino Itt de Addams, quello del Diabolico Coupà© richiama invece in qualche modo la loro tetra dimora. Sulla macchina, pilotata da due mostri (i fratelli Big e Li’l Gruesome: “gruesome” significa “orribile, pauroso”), è montata una sorta di cella campanaria circondata di pipistrelli: un drago al suo interno funge da propulsore dell’auto.
Il professor Pat Pending. àˆ lo scienziato pazzo del gruppo alla guida della vettura 3: la Multiuso capace, con accorgimenti tecnici, di trasformarsi in qualsiasi altro mezzo di trasporto idoneo a superare gli ostacoli a volte insormontabili che la gara propone. La formula inglese “Pat. Pending” significa “Brevetto in corso di approvazione”.
Red Max. àˆ un asso dell’aviazione che si ispira a due figure reali: il pilota tedesco della prima guerra mondiale Max Immelmann ed il Barone Rosso. La vettura 4, lo scarafaggio volante, è perciò una specie di aereo, ma capace di semplici balzi di cui il concorrente si serve per scavalcare avversari e ostacoli. Proverbiale è la sua descrizione da parte della voce fuori campo nei titoli di coda dell’edizione italiana: «Red Max, balzellon balzelloni, avanza spedito».
Penelope Pitstop. La “bella” del gruppo guida la vettura 5: la Compact Pussycat (nell’edizione italiana Vezzoso Coupà©), di colore giallo e rosa e dotata di tutti gli accessori per la cura della persona e il trucco. Penelope è un altro dei personaggi di maggior successo della serie, e sarà  infatti a sua volta ripresa da Hanna & Barbera per uno spin-off assieme ai piloti della vettura numero 7. Si può notare che “pit-stop” significa “sosta ai box”. La celeberrima frase di Penelope Pitstop è: «Oh mio Dio…», ad ogni sosta improvvisa.
L’Armata Speciale. La vettura 6 è il mezzo militare della corsa: un carro armato, guidato dal soldato Meekly (“meek” significa “mite”) agli ordini del guerrafondaio sergente Blast (ovvero “esplosione”), che per darsi una spinta a volte sfrutta il rinculo del cannone.
Clyde e la sua banda. Sette nani gangster sono gli occupanti della vettura numero 7, la Macchina Antiproiettile: si tratta di una banda degli anni venti, su auto d’epoca, capeggiata dal boss Clyde. Saranno ripresi da Hanna & Barbera per Le avventure di Penelope Pitstop, come banda del Formicaio.
L’Insetto Scoppiettante. A bordo della vettura 8 sta il classico montanaro, Luke, che sonnecchia quasi tutto il tempo guidando coi piedi, con il nervosissimo e freddoloso orso Blubber (il blubber è il grasso che protegge i mammiferi marini dal freddo) alle sue spalle. La vettura è di legno e mossa da una rudimentale caldaia.
Peter Perfect. àˆ il damerino della gara, sempre galante e sempre pronto a corteggiare Penelope e dotato anche di un incredibile forza fisica come si può notare nell’episodio n 24 in cui con una sola mano riesce a scaraventare per Dastardly Muttley e la loro macchina insieme. La vettura 9, denominata Sei Cilindri o anche Turbo Terrific è l’unica vera auto da corsa, simile a un dragster, e ha la singolare caratteristica di riprendersi da ogni incidente con una semplice scrollata, come fosse di gomma.
Rufus Ruffcut. La Spaccatutto, vettura 10, è occupata da un rude boscaiolo (il cui cognome, in inglese, suona come “taglio approssimativo” (rough cut), idiomatico per “qualcosa fatto alla bell’e meglio”) e dal suo castoro Sawtooth (ovvero “dente di sega”): è, naturalmente, una macchina di legno con al posto delle ruote altrettante seghe circolari in grado di tagliare via gli eventuali ostacoli.
Dick Dastardly e Muttley. La vettura 00 (nome originale: “Mean Machine”), emblematicamente contrassegnata da questa cifra, è quella di Dastardly e del suo cane Muttley, gli eterni perdenti, nonchà© protagonisti anti-eroi della serie. Per tutta la durata della serie Dastardly (dastardly significa “in modo ignobile”), caricatura del cattivo, insegue la vittoria a costo di ogni sorta di scorrettezza, fino al paradosso di tendere trappole agli altri concorrenti aspettandoli lungo la strada e rinunciando al vantaggio. Le trappole si rivelano sempre fallimentari e Dastardly arriva puntualmente ultimo. Controparte del personaggio è il cinico Muttley, che rappresenta l’esatto contrario di ciò che ci si potrebbe aspettare da un cane: opportunista, infedele e, soprattutto, sempre pronto a ghignare delle “sventure” del suo padrone. Il ghigno di Muttley, le imprecazioni di Dastardly («Accidenti, doppio e triplo accidenti») e la sua classica vana invocazione d’aiuto («Muttley, fa’ qualcosa!») sono tratti caratteristici e punti di forza di questo sfortunato duo.

5